PROSECCO MILLESIMATO

BRUT

Ai primi del Cinquecento a Trieste, per dare maggiore visibilità al principale prodotto locale, la ribolla, si dichiarò che questa fosse la naturale erede proprio del pucino, che la città di Trieste inviava annualmente nella quantità di cento anfore alla casa d'Asburgo, a partire dall'atto di dedizione del 1382. Ciò derivò dalla necessità di distinguere la ribolla triestina dagli altri vini dallo stesso nome, prodotti nel Goriziano e a costi inferiori in Istria. Venne quindi definita una precisa caratterizzazione geografica, suggerita dall'identificazione del luogo di produzione dell'antichità, il castellum nobile vino Pucinum con il Castello di Prosecco, nei pressi della località di Prosecco.(fontewkp)

PROSECCO BRUT MILLESIMATO RIGONI TREVISO

Denominazione: Prosecco DOC Treviso.

vitigniicoblack Vitigni: Glera in purezza.

alcoolgradiicoblackAlcool:  11%vol.

clbottigliablackFormato: 0,75 l

consumoidealeicoblackConsumo ideale: entro tre anni dall’imbottigliamento.

temperaturadiservizioicoblackTemperatura di servizio: 6 - 8°C

abbinamentoenogastronomicoicoblackAbbinamenti: Crudi di mare e fritti a base di pesce.

 

sensidegustazioneicowhite

Vinificazione:

questo Prosecco è prodotto con una base di vino Glera in purezza vinificata in acciaio. La presa di spuma avviene attraverso l’utilizzo del Metodo Martinotti-Charmat con una lenta rifermentazione naturale in autoclave condotta ad una temperatura controllata di 15-16°C. Successivamente il vino viene lasciato maturare a contatto con le fecce per circa 60 giorni prima di essere imbottigliato.

Note di degustazione:

nel calice il vino si fa apprezzare per il suo perlage sottile e molto persistente, con catene di bollicine che rendono cristallino il suo colore giallo paglierino. Le note olfattive sono quelle tipiche del Prosecco, con una preponderante componente fruttata che ricorda la pera e la mela verde. In bocca è giustamente caldo, secco, con una spiccata freschezza e mineralità che donano a questo vino una particolare personalità.

I NOSTRI SPUMANTI SECONDO L' ANTICA TRADIZIONE

Nell'antichità veniva adorato come "vino pucino", celebrato da Plinio nella sua Naturalis historia e prediletto per le sue doti medicinali da Livia, moglie di Augusto imperatore.

 

SPUMANTE ROSÈ

2.15

PROSECCO BRUT

MILLESIMATO

PROSECCO ETRADRY

MILLESIMATO

RIGÒ

SPUMANTE